Interrogazione nr. d'ordine 276

Logo Partito Democratico   Paolo Ticozzi
Nr. d'ordine: 276
Data pubblicazione: 15-04-2021
Data scadenza: 15-05-2021
Proponente: Paolo Ticozzi
Altri firmatari: Monica Sambo, Pier Paolo Baretta, Alessandro Baglioni, Alberto Fantuzzo, Emanuele Rosteghin, Giuseppe Saccà, Emanuela Zanatta, Cecilia Tonon, Giovanni Andrea Martini
Referente: Assessore Renato Boraso
Tipo risposta richiesta: in Commissione
Assemblea competente: IV Commissione
Oggetto: Strisce blu a quando il bando per le agevolazioni per residenti e attività economiche?
Tipo di risposta richiesto: in Commissione
 

Premesso che:

  • L’ordinanza 364 del 22/06/2011 definisce le agevolazioni per residenti e per operatori di attività lavorative nelle esistenti zone con sosta a pagamento su strada del territorio della terraferma;

considerato che detta ordinanza:

  • dispone l’assegnazione di un’agevolazione alla sosta per un primo veicolo a ogni nucleo familiare residente nelle aree interessate e privo di garage e/o di posto auto interno od esterno alla proprietà;
     
  • dispone che le agevolazioni tariffarie oltre a quelle citate nel punto precedente, siano al massimo pari al 15% degli stalli disponibili per ciascuna delle esistenti aree di sosta a pagamento, ad eccezione della Zona Rossa, attraverso apposito bando pubblico a cui possono partecipare: i nuclei familiari residenti possessori di una seconda auto (per il 3,5% degli stalli), i nuclei familiari di residenti possessori di un garage di insufficienti dimensioni (per il 3,5% degli stalli), i titolari di attività lavorativa, per un numero massimo di due agevolazioni per attività (per l’8% degli stalli);
     
  • stabilisce che il bando citato nel punto precedente debba essere ripubblicato con periodicità biennale;

considerato inoltre che:

  • l’ultimo bando pubblicato per l’assegnazione di dette agevolazioni tariffarie sia stato pubblicato nel 2013 e il successivo rispettando la cadenza biennale sarebbe dovuto essere pubblicato nel 2015;
     
  • i bandi devono essere pubblicati da AVM su indicazione del Comune di Venezia;
     
  • le dimensioni delle automobili nel tempo sono aumentate e spesso garage costruiti in  passato, cinquanta, sessanta o settant’anni fa sono stati realizzati in base alle misure delle automobili dell’epoca e sono di fatto inutilizzabili per la stragrande maggioranza delle autovetture contemporanee;
     
  • i possessori di un garage di dimensioni insufficienti si trovano di fatto nelle stesse condizioni di quanti pur residenti non possiedono un garage, ma a differenza di questi ultimi non hanno automaticamente diritto all’agevolazione tariffaria, ma possono ottenerla solo tramite bando in cui vi è un numero limitato di posti;

Ritenuto che:

  • sia opportuno mettere in condizioni di equità tutti i cittadini e le attività economiche presenti nelle zone a strisce blu per quanto concerne l’accesso alle agevolazioni tariffarie;
     
  • ad oggi ci sia una pluralità di nuclei familiari di cittadini residenti nelle aree con strisce blu in difficoltà perché si trova senza né un posto auto dalle misure sufficienti né le agevolazioni per i tagliandi, visto che dal 2013 non sono stati più pubblicati i bandi;
     
  • la non ripubblicazione del bando abbia penalizzato le attività economiche e i residenti insediatisi nelle aree a strisce blu dopo il 2013, che non hanno di fatto mai potuto partecipare ad un bando;
     
  • la turnazione sui posti a bando è quindi di fatto ferma dal 2013;
     
  • sia importante per i cittadini che sia rispettata una periodicità chiara di detti bandi;

si interroga il sindaco e l’assessore competente per sapere:

  • quali siano i motivi che abbiano portato al fatto che il bando non sia stato ripubblicato con cadenza biennale;
     
  • i dati, anche ripartiti per zone, di quanti siano i cittadini e le attività lavorative che hanno ad oggi accesso alle agevolazioni tariffarie nelle varie categorie e la percentuale di questi rispetto al totale degli stalli;
     
  • se si intenda far in modo che si possano considerare i residenti possessori di un garage di insufficienti dimensioni, al fine del rilascio di un’agevolazione alla sosta per il primo veicolo, come se fossero residenti privi di garage e/o di posto-auto;
     
  • se si possano e si intenda aumentare la percentuale degli stalli a bando per i nuclei familiari residenti possessori di una seconda auto, possessori di un garage di insufficienti dimensioni e per i titolari di attività lavorativa e qualora non sia possibile o non si intenda aumentare detta percentuale per quali motivazioni;
     
  • quando si intenda realizzare un nuovo bando per le agevolazioni per gli abbonamenti per le strisce blu;
     
  • quali priorità si vogliano considerare nelle agevolazioni tariffarie messe a bando, a titolo di esempio non esaustivo presenza e numero di minori nel nucleo familiare, presenza di anziani nel nucleo familiare, numero di persone dotate di patente nel nucleo familiare;
     
  • se l’amministrazione intenda impegnarsi a pubblicare detti bandi con regolarità temporale e cadenza almeno biennale o altrimenti con quale cadenza.
Paolo Ticozzi

Monica Sambo
Pier Paolo Baretta
Alessandro Baglioni
Alberto Fantuzzo
Emanuele Rosteghin
Giuseppe Saccà
Emanuela Zanatta
Cecilia Tonon
Giovanni Andrea Martini

 
Interrogazione in formato pdf
Torna indietro

Continuando a navigare questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra Cookie Policy