Mozione nr. d'ordine 217

Logo Venezia è Tua   Cecilia Tonon
Nr. d'ordine: 217
Data pubblicazione: 28-05-2021
Proponente: Cecilia Tonon
Altri firmatari: Nicola Gervasutti, Emanuele Rosteghin, Giuseppe Saccà
Assemblea competente: Consiglio comunale
Oggetto: Centralità, importanza e modernità dello stadio P.L. Penzo
 

Premesso che:

  • lo stadio P.L. Penzo è il secondo stadio più antico d’Italia tra quelli in uso, secondo solo allo stadio Luigi Ferraris di Genova;
  • di proprietà comunale, la struttura è attualmente in concessione alla società Venezia FC;
  • lo stadio, inaugurato ufficialmente nel 1913, veniva però utilizzato già dal 1910; il nome gli venne dato nei primi anni '30 in onore dell'aviatore di Malamocco Pierluigi Penzo, che aveva perso la vita in incidente aereo nel 1928;
  • lo stadio è teatro di stagioni anche gloriose del Venezia FC, seguita con passione da una tifoseria di ogni età e di ogni genere ed estrazione sociale, proveniente da tutto il territorio metropolitano;
  • lo stadio, per la sua morfologia ed il contesto in cui si trova, è unico al mondo ed è oggetto di visite turistiche suscitate dalla sua straordinaria particolarità;
  • la collocazione dello stadio, eccentrica rispetto al vasto territorio interessato, rende la sua frequentazione da parte della tifoseria metropolitana relativamente scomoda e dispendiosa in termini di tempi di trasporto;

considerato che nel corso degli anni lo stadio ha conosciuto vari lavori di adeguamento:

  • all'iniziale unica piccola tribuna coperta in legno, posta sul lato occidentale del campo, tra il 1926 e gli anni trenta vennero aggiunti una tribuna stabile in muratura ed un nuovo settore, i popolari, sul lato opposto del rettangolo, in modo da portare l'impianto a capienza totale di 15.000 spettatori; nel 1939, a seguito della promozione del Venezia in serie A, vennero inoltre costruite le prime curve sui lati corti del campo, e negli anni '60, sempre in occasione di una promozione in serie A, lo stadio venne ulteriormente ampliato e raggiunse la sua massima capienza, grazie alla ricostruzione delle curve in legno e tubolari d'acciaio: alla partita di campionato Venezia-Milan del 1966 assistettero 26.000 spettatori;
  • in seguito ai gravi danni della tromba d'aria del settembre 1970, la capienza si ridusse a poco più di 5.000 posti totali e nel corso degli anni '80 venne chiuso il settore dei popolari; ma, dopo alcuni anni di inutilizzo dello stadio a causa dello spostamento allo stadio F. Baracca della squadra, il Penzo venne nuovamente ristrutturato nel 1991 in seguito alla promozione dell'allora VeneziaMestre in serie B, con interventi peraltro ancora provvisori, che videro smantellata la pista di atletica, i vecchi popolari sostituiti dai distinti in tubi di acciaio e la ricostruzione delle curve anch'esse in tubi di acciaio. Lo stadio, grazie a norme più permissive di quelle attuali, venne così portato ad una capienza di 16.500 posti;
  • dal 2016, dopo molti anni di abbandono e degrado conseguenti agli insuccessi ed al fallimento della squadra, che videro la riduzione della capienza agli attuali circa 7400 posti a sedere in osservanza alle nuove norme sulla sicurezza, l'attuale proprietà della squadra ha avviato un progetto di rilancio della squadra e risanamento delle sue strutture di gioco, con lavori di miglioramento infrastrutturale svolti nelle estati 2017 e 2018;

considerato inoltre che:

  • il programma per il nuovo stadio a Tessera ha subito un arresto per motivi oggettivi e, nelle more dello sblocco del progetto, è indispensabile che la squadra giochi ed il pubblico la possa seguire in una struttura di buon livello;
  • l’Amministrazione comunale ha approvato gli indirizzi per la concessione della gestione ad uso esclusivo dello stadio alla società Venezia FC per 9 anni a fronte di un insieme organico di interventi infrastrutturali, garantendo un investimento importante di circa 550.000 euro, in particolare sull’illuminazione del campo di gioco e la manutenzione ordinaria e straordinaria dell'impianto;

 

Tutto ciò premesso e considerato,

IL CONSIGLIO COMUNALE DI VENEZIA
INVITA IL SINDACO E LA GIUNTA

  • in attesa di poter realizzare una struttura a Tessera, a sostenere un progetto di ammodernamento dello stadio P.L. Penzo che faccia salva la parte monumentale della Tribuna Centrale;
  • a rendere accogliente e sicuro, possibilmente con copertura delle curve e dei distinti, ogni settore riservato alla tifoseria locale;
  • a realizzare aree dedicate al comfort e a migliorare l’accoglienza dei tifosi;
  • a prevedere, in accordo con la Società Venezia FC, un sistema di trasporto pubblico che agevoli la partecipazione dei tifosi provenienti dall’area metropolitana, anche con punti di partenza differenziati in diverse zone dell'area stessa, dando luogo ad un circolo virtuoso che, superando le difficoltà logistiche di raggiungimento, apporti benefici a tutta l'area;
  • a farsi parte attiva per reperire risorse, anche mediante il credito sportivo, per favorire lo sviluppo e la realizzazione del progetto di ristrutturazione e abbellimento dello stadio Penzo;
  • a potenziare l'aspetto di attrattiva culturale dello stadio, prendendo in considerazione l'idea di dar vita ad un museo della storia calcistica di Venezia e di abbellimento stesso della struttura, in particolare le mura di cinta con interventi di arte urbana;
  • A immaginare fin da subito in forma partecipata il futuro utilizzo dello stadio perché diventi - quando sarà realizzata la nuova struttura a Tessera - un punto di riferimento per l’attività sportiva nella Città storica.

 

Cecilia Tonon

Nicola Gervasutti
Emanuele Rosteghin
Giuseppe Saccà

 
Mozione in formato pdf
Torna indietro

Continuando a navigare questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra Cookie Policy