Mozione nr. d'ordine 296

Logo Partito Democratico   Monica Sambo
Nr. d'ordine: 296
Data pubblicazione: 11-01-2022
Proponente: Monica Sambo
Altri firmatari: Alessandro Baglioni, Alberto Fantuzzo, Emanuele Rosteghin, Giuseppe Saccà, Paolo Ticozzi, Emanuela Zanatta
Assemblea competente: Consiglio comunale
Oggetto: FONDI PNRR Quale futuro per Porto Marghera?
 

Premesso che:

  • a seguito della crisi emergenziale la commissione europea ha predisposto un Piano straordinario, denominato “Next Generation EU”, del valore di 750 miliardi di euro da distribuire, in parte in forma di sovvenzioni a fondo perduto (grants) ed in parte in forma di prestiti (loans), tra i Paesi più colpiti dal Covid-19;
  • ogni Stato membro deve predisporre un piano nazionale, che nel caso dell'Italia ha preso il nome di Piano per la ripresa e la resilienza (PNRR) in cui è definito il programma di riforme e investimenti dello Stato membro interessato per il periodo 2021- 2023;
  • il PNRR stabilisce le missioni che devono essere perseguite, tra le quale vi anche quella Rivoluzione verde e transizione ecologica.

Considerato che:

  • è necessario garantire il  mantenimento del sistema industriale quale volano di sviluppo del territorio;
  • Porto Marghera rappresenta uno dei siti più inquinati d’Italia ancora in attesa del completamento dei progetti di bonifica e che potrebbe realmente essere simbolo anche internazionale di interventi di transizione ecologica;
  • Porto Marghera è una delle aree strategiche per il rilancio del tessuto economico di tutta l’area metropolitana;
  • i progetti da sviluppare con il Pnrr vanno inseriti in programmi già esistenti quali 'area di crisi complessa e il costituendo Zona Logistica Speciale.

Considerato inoltre che:

  • è necessario avviare al più presto un tavolo tra istituzioni e parti sociali;
  • è necessario che il Comune sostenga le imprese nella definizione di progetti per la riconversione ecologica, dentro un quadro di rilancio di quell’area che sia condiviso anche con le parti sociali attraverso un tavolo istituzionale;
  • i progetti del Pnrr andranno inseriti nel più ampio contesto dell 'area di crisi complessa e della Zona Logistica Speciale;
  • è necessario altresì considerare anche dei progetti che coinvolgano i quartieri urbani di Marghera e Malcontenta;
  • Considerato che
  • Eni ha annunciato la prossima chiusura del cracking e che al fine di salvaguardare l’area industriale e i suoi livelli occupazionali la riconversione ecologica può essere un percorso determinante.


 

Si impegna il Sindaco a

  • avviare al più presto un tavolo tra istituzioni e parti sociali al fine di avviare progetti legati alla transizione ecologica di Porto Marghera mediante l'utilizzo dei fondi del PNRR.
Monica Sambo

Alessandro Baglioni
Alberto Fantuzzo
Emanuele Rosteghin
Giuseppe Saccà
Paolo Ticozzi
Emanuela Zanatta

 
Mozione in formato pdf
Torna indietro

Continuando a navigare questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra Cookie Policy